La tecnologia in aiuto della viticoltura eroica. Caratterizzata da grandi pendenze e filari stretti, a volte strettissimi che fino ad oggi non hanno consentito l’impiego di macchine e mezzi meccanici per le diverse fasi colturali, per la viticoltura eroica del Candia dei Colli Apuani Doc la svolta potrebbe essere in un trattore-robot (il Vitrac). Agile e maneggevole in ogni situazione, il trattore-robot Vitrac potrebbe facilitare i viticoltori in molte di quelle operazioni come la fresa dei terreni che oggi avviene a con piccoli motozappa se non a mano, lo sfalcio di pareti e poggi ed in altre mansioni fino alla possibilità di mappature in tempo reale. Già impiegato in molte realtà vitivinicole italiane dove vigna fa rima con pendenza, il trattore-robot è stato messo all’opera negli scorsi giorni sui ripidi pendii del Candia. L’iniziativa è stata promossa dal Consorzio di Tutela del Candia dei Colli Apuani su coordinamento del vice presidente, Lorenzo Gianni. Presenti alla dimostrazione viticoltori e giornalisti.

“Anche la nostra viticoltura è chiamata a fare un altro passo in avanti in chiave tecnologica. – commenta Fabrizio Bondielli, Presidente del Consorzio di Tutela – Oggi lavoriamo queste terre a mani nude e con pochi attrezzi con grandi fatiche e soprattutto anche con rischi. La viticoltura eroica è la più impegnativa al mondo. Il nostro vino è unico proprio perché nasce in condizioni estreme laddove l’uomo è ancora indispensabile e non è sostituibile dalle macchina, ma dove l’innovazione può sicuramente portare dei vantaggi in termini di sicurezza, programmazione e riduzione dei tempi. Anche per una piccola realtà come la nostra, dove più dei numeri conta la qualità, dobbiamo iniziare a guardare con curiosità tutto ciò che l’innovazione ci mette a disposizione senza però perdere la nostra identità e mantenendo ben saldo quello che è il valore aggiunto della nostra viticoltura”. Facile da “guidare” anche negli strettissimi filari che si affacciano sul mare, il trattore-robot ha dimostrato una grande capacità di adattamento al Candia: “è stata un’esperienza molto interessante contando che il giorno prima, questa tecnologia, è stata presentata alle aziende vitivinicole dell’Etna. – spiega il vice presidente, Gianni – Osserviamo con interesse ciò che sta accadendo intorno a noi, anche in chiave tecnologica, senza però perdere di vista la nostra identità. Sulle nostre colline l’uomo è imprescindibile”.

Il sito candiadeicolliapuani.it utilizza i cookies

Per poter gestire al meglio questo sito, sono memorizzati alcuni dati in piccoli file di testo denominati cookie.
Alcuni cookie sono indispensabili per il funzionamento tecnico del sito web, altri invece, attualmente non attivi, ci aiutano a migliorare l'esperienza di navigazione. Per questo secondo tipo di cookie, in caso di futuro attivazione, hai la facoltà di inibire il loro funzionamento, togliendo la spunta sulla relativa checkbox.

Per ottenere le informazioni necessarie sull'uso dei cookies da parte di questo sito, leggi la nostra Data Protection ed Informativa Cookies.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per poter visualizzare correttamente questo sito web utilizziamo i seguenti cookie tecnicamente necessari
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi